Pubblicato il

Riposa in pace inventore.

Oggi vogliamo ritagliare un attimo di tempo per voi e per noi ma soprattutto per lui, Zio Gino!

Ieri è stato per noi un lunedì un po più triste del solito, abbiamo perso una persona veramente cara, Zio Gino, un componente famigliare non troppo vicino come parentela (il cugino di mio padre) ma sempre vicinissimo con la sua presenza giornaliera da circa 20 anni. Una persona più simile ad un nonno che sa sempre darti dei consigli adeguati dall’alto della sua saggezza, e fidatevi che di saggezza ne aveva da vendere!

Ricordo benissimo le lunghe giornate in estate ed inverno passate in laboratorio, dove avevi la TUA sedia fissa, quella con cui stavi comodo, sempre in cerca di una miglioria da apportare alla tua geniale macchina togli-cuticole, studiata e realizzata con più di un anno di lavoro solo per me..ecco quella sedia l’ho tolta proprio qualche giorno fa. Ce ne sono tante di cose che mi ricordano te, ma la cosa di più in assoluto è il quadro appeso in laboratorio, 2 foto di me e te nel giorno della prova generale. Qualche giorno prima avevamo un po litigato e per ringraziarti e farmi perdonare ricordo di averti portato quel quadro. Ti sei commosso.

Una persona speciale, dallo straordinario attaccamento e rispetto alla sua famiglia, super ingegnoso e con mille progetti in testa, un vero inventore, bastava che gli raccontassi il tuo problema, grande o piccolo che sia, e di sicuro dopo pochi giorni con 1 semplice pezzo di legno, 2 lamiere e 4 viti ti costruiva l’attrezzo adatto a risolvere il tuo problema, e se non era soddisfatto impiegava altri 2 giorni ma di sicuro ti avrebbe trovato la soluzione più adatta. Per fare un esempio, se un giorno vedeva che non arrivavi ad uno scaffale alto, di sicuro di nascosto avrebbe preso le misure con il suo metro sempre pronto nel taschino sinistro della camicia ed il giorno dopo si sarebbe presentato con uno sgabello dell’altezza giusta.

A te dobbiamo tantissimo, hai fatto cose straordinarie per me e per noi, a partire dal nome Avelloil, una tua (come al solito) geniale invenzione. Dopo averci visto per giorni pensare e ripensare ad un nome adatto da dare all’azienda, un po in punta di piedi ti sei fatto avanti, facendo il nome di Avelloil e spiegando anche il motivo: dalla fusione del nome scientifico della nocciola, Corylus Avellana e dal nostro prodotto di punta, l’olio di nocciola. Un altra invenzione pazzesca delle tue!

Caro zio, tu che sapevi sempre escogitare il modo giusto per poter riparare o aggiustare qualsiasi cosa oggi servirebbe che prendessi qualche strano congegno dal tuo taschino per aggiustare i nostri animi!

Riposa in pace.

Ti vogliamo bene

Francesca, Avelloil e tutta la famiglia Bruzziches.

 

Un pensiero su “Riposa in pace inventore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *